• privacy - info@valentinabovio.it

Parliamo di...PSICOLOGI (23/06/2014)

Psicologo o truffatore?

 

Molte persone, quando conoscono uno psicologo, dicono “anch’io sono un po’ psicologo”, e le varianti successive possono essere:

·        perché faccio il parrucchiere e le clienti mi raccontano tutto

·        perché faccio il personal trainer e i clienti mentre si allenano si sfogano con me dei loro guai

·        perché nella mia cerchia di amici io sono il/la confidente di tutti

 

Non metto in dubbio che tutte queste persone abbiano spiccate doti di ascolto, ma senza nulla togliere a loro, il mestiere dello psicologo è ben altra cosa, e di certo non si limita ad accogliere lo sfogo dell’altro.

 

Spesso le persone che vivono un momento di difficoltà di particolare rilevanza sentono la necessità di liberarsi del peso che li accompagna, e di ricevere un supporto concreto; tuttavia, a volte hanno timore di rivolgersi ad uno psicologo per via di un certo retaggio culturale secondo cui “dallo psicologo ci vanno i pazzi”. Dunque, andare dallo psicologo può sembrare, agli occhi della persona in difficoltà, la riprova di un fallimento personale, e comporta necessariamente una certa consapevolezza di avere bisogno di aiuto.

Viceversa, parlarne con un amico non implica tale presa di coscienza, perchè avviene in maniera spontanea, senza effettuare alcuna reale richiesta, e si concretizza in un semplice sfogo, che può far sentire più leggeri al momento, ma non risolve nulla.

La situazione più grave che si possa configurare, tuttavia, non è questa, bensì il caso in cui ci si rivolga a qualcuno che si spaccia per psicologo o psicoterapeuta e non lo è, oppure lascia intendere ambiguamente di essere in grado di effettuare consulenze o terapie, anche senza definirsi psicologo.

La figura dello psicologo, purtroppo, non è ancora ben conosciuta nella nostra cultura, dunque la maggior parte delle persone non sa bene cosa facciano gli psicologi e gli psicoterapeuti, e ancor meno sanno come si acquisiscono questi titoli, dunque in buona fede, non pensano di controllare prima di rivolgersi a questi millantatori.

Ecco cosa dovete sapere:

per diventare psicologo è necessaria:

  • una laurea in psicologia (5 anni o 3+2)
  • un anno di tirocinio post-lauream
  • un esame di abilitazione alla professione
  • l’iscrizione all’Albo degli Psicologi

poi, per diventare psicoterapeuta, successivamente al percorso descritto, bisogna anche frequentare e superare un corso di specializzazione in terapia almeno quadriennale (con tutti i tirocini annessi e connessi).

Ricapitolando, se tutto va bene, per diventare psicologo sono necessari almeno 6 anni, e per diventare psicoterapeuta sono necessari almeno 10 anni di studi complessivi.

Come fare per sapere se la persona a cui vi siete rivolti ha davvero il titolo di psicologo o di psicoterapeuta? È semplicissimo. Basta andare sul sito dell’Ordine Nazionale degli Psicologi e inserire il nome. Se non avete dimestichezza con internet potete telefonare. L’Albo è pubblico e consultabile gratuitamente.

Se doveste farvi operare, non vi interesserebbe sapere che quel chirurgo è davvero laureato in medicina, specializzato etc etc? Io credo di si.

Questo è il link del sito, e questa è la schermata di ricerca:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

questa è invece la schermata che vi uscirà a ricerca effettuata:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

sitemap